top of page
messa.jpg

VOLUMELLA | 28 Set - 5 Ott MMXXIII


GIOVEDI 28/09

Dove: Freakout Club Biglietto: 15€ in PREV QUI, 18€ alla porta Riservato ai soci AICS


NEBULA

I Nebula nascono in L.A. nel '97 dall'unione di tre ex membri dei Fu Manchu. Sono già stati nostri ospiti alla prima edizione dell'Heavy Psych Sounds Fest Bologna, dove hanno catapultato il pubblico in una trance psichedelica completamente folle e distorta. Questa volta però li vedremo sul palco del Freakout, che rispetto al Tpo ha dimensioni molto più ridotte, il che contribuirà a generare un'atmosfera ultraterrena senza via di scampo per la razionalità di chi assiste.

Genere: Stoner | Psych

 

SABATO 30/09

Dove: Freakout Club Biglietto: 23€ QUI Riservato ai soci AICS


DEIJUVHS [UK, première] MÜNKI [USA] NGHTCRWLR [IR, première] VENETTA [CAN]

Due prime italiane con Deijuvhs, 'underground king' ormai in rampa di lancio nel Regno Unito, e NGHTCRWLR, nuovo progetto dell'artista iraniana Kris Esfandiari, voce di King Woman. La performance iper-cinetica di münki e la dj Venetta completano questa line up EPICA!

 

DOMENICA 1/10

Dove: Freakout Club Biglietto: 5€ alla porta Riservato ai soci AICS


LLEROY

Il barometro oscilla tra il noise e l'hardcore, ma i Lleroy sono una band ben nota ai palchi bolognesi, grazie ai loro vent'anni di carriera. La voce si distingue: è Fre Zocca, che nel frattempo spara un acido anomalo dalla chitarra, mentre alle sue spalle il basso di Chiara Antonozzi e le pelli di Riccardo Ceccacci riducono in polvere gli amplificatori prima e il pubblico poi.

Genere: Mud-Core | Noise | Hardcore


kNauff

Ad accompagnarli kNauff, combo con base a Bolo e in particolare negli HQ di Troppistruzzi, al debutto discografici con “sNeezing” e assai carichi di spappolarvi le cervella col loro dancepunk tarantolato, e i Kha, recentissimo noise rock trio milanese.

Genere: Dancepunk


Kha!

 
LUNEDI 2/10

Dove: Freakout Club Biglietto: 16€ in prevendita QUI o 20€ alla porta Riservato ai soci AICS


EYEHATEGOD

Cosa rimane di una società crollata nella miseria, cosa rimane degli uomini? Gli Eyehategod non smettono di rispondere a queste domande con una discografia allarmante, terrifica e densa sia di un'angoscia collettiva che di un dolore scavato nelle carni delle loro esperienze personali (potete leggerne abbondantemente sul web). Band cult senza freni né fronzoli, tutto vero, tutto da prendere orrendamente in considerazione all'ascolto. Le prevendite sono consigliate.

Genere: Sludge


IRON WALRUS

È una di quelle occasioni in cui il gruppo spalla deve influenza all'headliner. Nella discografia della band si riscontra infatti una certa traccia degli Eyehategod, insieme a gruppi come i Saint Vitus, gli Unsane, i Goatsnake, gli Helmet e i Quicksand. Si prospetta uno show brutale.

Genere: Sludge | Noise | Doom

 

GIOVEDI 5/10 | AL FREAKOUT

Dove: Freakout Club Biglietto: 7€ alla porta Riservato ai soci AICS


FRACTURED

Punk hardcore furioso a velocità inaudita da Montreal, Canada.

Genere: Punk hardcore


TERMINAL FILTH

Quattro punx cresciuti vivendo una vera e propria crust as fuck existence e che hanno appreso al meglio la lezione dei maestri del genere, sapendola riprorre in maniera convincente e avvincente come se il tempo si fosse fermato nel 1985 in qualche umido e polveroso squat tra Norwich e Bristol. Niente di nuovo sotto l’oscuro sole del crust, niente di innovativo né di sperimentale, semplicemente quel classico suono che segna una continuità netta con le primordiali incarnazioni crust punk dell’underground britannico degli anni 80 e con il revival stenchcore degli anni duemila. I Terminal Filth non disdegnano incursioni in territori metallici, saccheggiando riff e melodie di derivazione thrash e death, per poi costruirci attorno un’atmosfera apocalittica, un paesaggio desolato e oscuro e un’approccio annichilente, furioso e barbarico, che avanza senza sosta verso la totale distruzione delle nostre orecchie e di questo mondo che abbiamo condannato all’estinzione.

Genere: Punk | Crust | Stenchcore

 

GIOVEDI 5/10 | ALLO SGHETTO

Dove: Sghetto Biglietto: 10€ alla porta Riservato ai soci AICS


DATURA4 ft. DOM MARIANI

Veterani della scena rock locale e guidati da uno dei principali luminari di quelle latitudini in fatto di rock d’annata, nella persona di Dom Mariani – tra le altre cose, fondatore di The Stems e DM3 – i Datura4 hanno metabolizzato alla perfezione lo spirito dei 70s portandone avanti il suono più legato al blues ed alla psichedelia, ma non dimenticandosi di continuare a scrivere in questo solco anche riff e melodie accattivanti e memorizzabili.

Genere: Psych | Blues Rock | Prog Rock

 

GIOVEDI 5/10 | AL PERLA

Dove: Cinema Perla Biglietto: 7€ in prevendita QUI Riservato ai soci AICS


THIS IS BOLOGNA

Film in dieci episodi, di lunghezza variabile tra i cinque e i dieci minuti, scritto e prodotto dal marchio collettivo Opificio Ciclope, in collaborazione con Bofilm e con il sostegno della Film Commission della Regione Emilia-Romagna. O, volendo, This is Bologna è un racconto in dieci capitoli, un Mondo Movie a chilometro zero, un decamerone in salsa felsinea. La protagonista è Bologna, una città che sta cambiando e che viene raccontata attraverso i ritratti di personaggi un po’ nerd, freak, ossessionati, prossimi a scomparire, mentre altri ne compaiono all’orizzonte. C’è l’italocanadese che si riscopre archeologa scavando una cantina in via Fondazza, i barbieri ottuagenari, trendsetter negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso, quando le chiome si scolpivano a colpi di rasoio, i frequentatori del Cinema Excelsior, uno degli ultimi a luci rosse, coi loro rituali, le loro manie, il loro organizzarsi la platea; c’è il Lupin dei borseggiatori all’assalto dei trenini turistici e il prestidigitatore Mr Shadow, con gli altri radioamatori alla conquista dell’etere; ci sono gli eredi del pallone col bracciale, celebrato fino al 1946 nell’arena popolare dello Sferisterio, i fanatici del vhs, cinedipendenti radunati attorno alla mecca del video noleggio; c’è la tribù che abita il villaggio nel roveto dei Prati di Caprara, gli irriducibili del punk al bancone del Freakout club, gli insonni viaggiatori della linea notturna 61. Con loro curiosiamo ai margini della città, lontano dai luoghi più celebrati e dai fatti storici noti e acclarati, raccogliendo ritratti di aspetti minori della città prossimi a scomparire, quel che stiamo osservando per l’ultima volta senza saperlo, microstorie che oscillano dal documento storico al ricordo intimo, dalla ricostruzione al mito, dalla curiosità alla clamorosa balla. Un ritratto pop e affollato di videografica, animazione, tecnica mista. Un omaggio divertito a quel Mondo cane di Jacopetti e Prosperi che nel 1962 inauguró il genere dei documentari sensazionalistici – i Mondo Movie – quelli che censivano usanze assurde, talvolta del tutto false, da un capo all’altro del mondo. This is Bologna, come Mondo cane, sfida la categoria del verosimile e lo fa con quello stesso forbito racconto fuoricampo, affidato alla voce di Olga Durano, che snocciola fatti poco noti, nozioni, arcaismi e dicerie. This is Bologna, infine, è un format infinitamente replicabile, uno schema di racconto rispetto al quale Bologna rappresenta solo il primo capitolo.


 

46 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page